Home / Convegni / convegno MIAC Tissue – sessione 2

Convegno MIAC Tissue – sessione 2

10 ottobre 2024  |  ore 10:00 – 12:30  |  Sala Convegni del MIAC

Partecipazione gratuita (si consiglia la preregistrazione online) / Servizio di traduzione simultanea

Innovazione tecnologica e digitalizzazione a supporto della trasformazione della carta tissue

Tra competizione internazionale e nuove esigenze di consumo, il settore del tissue guarda ai continui progressi tecnologici e alle soluzioni digitali e innovative a supporto del converting. Il convegno illustrerà lo stato dell’arte con uno sguardo al futuro.

 

⇒ 09:40  |  REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

⇒ 10:00  |  MASSIMO RAMUNNI – ASSOCARTA

Discorso di apertura

ASSOCARTA-RAMUNNI

⇒ 10:10  | CHRISTOPH EURINGER – AFRY

Tendenze del settore tissue – opportunità e sfide per la creazione di valore

 

AFRY-EURINGER

⇒ 10:30  |  GIOVACCHINO GIURLANI – VALMET TISSUE CONVERTING

Lo stato dell’arte nella tecnologia del tissue converting

La nostra offerta integrata di tecnologia, automazione e servizi abbraccia ora l’intera catena del valore del tissue, rendendola la più estesa sul mercato. Dalle linee all’avanguardia della produzione tissue, alle linee di trasformazione e confezionamento, fino all’automazione avanzata e ai servizi digitali. Le nostre capacità combinate sono destinate a indicare la strada nell’efficienza, sostenibilità e qualità del prodotto..

VALMET-GIURLANI

⇒ 10:50  |  ALESSANDRO VIANI – FUTURA

Velocità di 1000mt/min per il settore Away From Home/Professional

Futura lancia una nuova sfida nel segmento di mercato AFH/Professional, all’interno del quale occupa un ruolo sempre più significativo. In un mercato che oggi si sta appiattendo attorno ai 700 mt/min, Futura cambia le regole del gioco e migliora significativamente le performance delle linee converting AFH/Professional. Il traguardo di Futura è di arrivare a 1000 mt/min, mantenendo la stessa qualità del prodotto finito, aumentando la produzione e riducendo drasticamente gli scarti. Con il sistema Andromeda, Futura ha la possibilità di movimentare le bobine madri in totale sicurezza eliminando completamente l’intervento dell’operatore. Le prestazioni vengono mantenute grazie ai gruppi calandra e stampa in grado di raggiungere velocità di produzione in linea con la ribobinatrice, vale a dire 1000 mt/min. Ci sono alcuni clienti che già da oltre 7 anni stanno utilizzando le linee a velocità di 900 mt/min e lo definiscono l’unico sistema in grado di raggiungere concretamente dei vantaggi significativi e fare la differenza in termini di performance integrate: controllo del processo, automazione, semplificazione, efficienza e sicurezza.

FUTURA-ALESSANDRO-VIANI

⇒ 11:10  |  ALBERTO COLOMBO – OMET

Nuovi confini nel mondo dell’interfogliato

Le recenti innovazioni di OMET nel settore dell’interfogliato hanno ampliato i confini tecnologici, migliorando significativamente l’efficienza dei processi produttivi per una vasta gamma di prodotti, tra cui asciugamani, asciugatutto per cucina, facial tissue e carta igienica. La flessibilità e la semplicità d’uso delle linee garantiscono la possibilità di configurazioni diverse, offrendo una vasta gamma di vantaggi. Grazie all’introduzione di una nuova linea interfogliatrice per prodotti multi-panel con piega a Z e W, OMET amplia ulteriormente le capacità delle sue linee esistenti. Questa nuova macchina è progettata per gestire diversi tipi di piega e offre una transizione rapida tra prodotti a 3 e 4 pannelli. Caratteristiche come rulli di piega aspirati e accessibilità ottimale riducono i costi di manutenzione, mentre l’impegno per la sostenibilità si riflette nell’ottimizzazione del flusso d’aria e nel risparmio energetico. Le linee interfogliatrici supportano ora larghezze fino a 5000 mm e includono tecnologie brevettate per il conteggio preciso dei fogli e l’evacuazione efficiente dei log. Questo rappresenta un progresso significativo verso una produzione più efficiente e sostenibile, adattandosi alle esigenze del mercato e riducendo i costi di manutenzione.

OMET-ALBERTO-COLOMBO

⇒ 11:30  | ANDREA RODOLFI – IBS PAPERTECH

Progredire nell’OOE nel tissue con l’ispezione del foglio basata sull’intelligenza artificiale e la tecnologia di automazione dello svolgimento

Nel 2023, IBS Paper Performance Group ha introdotto soluzioni innovative nel campo della visione artificiale per l’industria del Tissue. Ciò è stato possibile grazie alla stretta collaborazione in materia di R&D tra gli esperti di visione artificiale di Papertech e gli esperti del settore cartario di IBS. La presentazione evidenzierà come queste nuove tecnologie funzionino e migliorino significativamente nella pratica l’efficienza operativa complessiva (OOE) delle linee di trasformazione del tissue. Il nuovo WebInspector® , dotato di intelligenza artificiale, migliora la sostenibilità e la stabilità nella segmentazione e classificazione dei difetti nella produzione di tissue.
Il sistema brevettato iSTOP+ è la prima soluzione di automazione dello svolgimento non marcante del settore, che rileva la posizione del foglio in MD durante lo svolgimento senza l’utilizzo di inchiostro o laser, aumentando la sicurezza e l’affidabilità ed eliminando i problemi di manutenzione. Questo sistema migliora l’efficienza operativa gestendo con precisione i difetti con le funzioni Stop-on-Defect e Slow-on-Defect e gestendo i dati contenuti nella mappa delle bobine per la successiva lavorazione o trasformazione.

IBS-PAPERTECH-ANDRAE-RIDOLFI

⇒ 11:50  |  VELJKO ZLATANOVIĆ – STAX TECHNOLOGIES

Soluzioni per il confezionamento di prodotti piegati tissue

L’aumento della domanda, i requisiti per la protezione dell’ambiente, le nuove dimensioni e tipi di imballaggio, nonché la crescente integrazione dei macchinari in linee complete, stanno definendo nuove tendenze nel settore del confezionamento dei prodotti piegati. Per rispondere a queste tendenze, con l’aiuto di tecnologie all’avanguardia, BW Converting ha sviluppato diverse macchine e dispositivi. Dai vari tipi di confezionamento primario del prodotto, passando per l’imballaggio in scatole di cartone o polietilene, fino ai pallet completamente imballati e pronti per il trasporto. Il design flessibile, la modularità e l’integrazione verticale aprono un’ampia gamma di possibilità per creare una linea di confezionamento moderna.

STAX-VELJKO-ZLATANOVIC

⇒ 12:10  |  MATTEO GIARDINI – PLUSLINE

La rivoluzione del fine linea

Le soluzioni di Plusline sul fine linea sono in grado di eliminare le complessità legate all’imballo primario e secondario dei prodotti tissue attraverso l’ottimizzazione delle risorse e la semplificazione dei processi, sempre più integrati, efficienti, digitalizzati. Impianti che offrono layout estremamente compatti, totalmente automatizzati e in grado di garantire un livello di sicurezza e performance produttive mai raggiunte prima. Parlando di innovazioni specifiche, Plusline presenta Overlayer & Tower+, la tecnologia che ottimizza il fine linea integrando insaccatrice, preparazione dello strato e pallettizzazione in una soluzione super compatta (solo 15 metri rispetto ai tradizionali 40), flessibile e veloce, per prodotti insaccati e DRPs. Overlayer è la bundler brevettata che consente di gestire direttamente lo strato. Tower+ è l’unità di pallettizzazione che impila gli strati provenienti dall’Overlayer: 2 macchine anziché 3 con evidenti vantaggi in termini di efficienza produttiva e saving.

PLUSLINE-MATTEO-GIARDINI

⇒ 12:30  |  CHIUSURA DEL CONVEGNO

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.