Home / Convegni / convegno MIAC Energy

Convegno MIAC Energy

10 ottobre 2024  |  ore 14:00 – 16.30  |  Sala Convegni del MIAC

Partecipazione gratuita (si consiglia la preregistrazione online) / Servizio di traduzione simultanea

Efficienza energetica e percorsi di decarbonizzazione per l’industria cartaria

La sfida della decarbonizzazione per il settore cartario parte dal risparmio e l’efficientamento energetico, oltre all’impiego di fonti rinnovabili. Nel corso del convegno saranno discussi gli ultimi progressi tecnologici e le soluzioni più innovative.

⇒ 13:40  |  REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI

⇒ 14:00  |  ALESSANDRO BERTOGLIO – ASSOCARTA

Discorso di apertura

ASSOCARTA-BERTOGLIO

⇒ 14:10  |  ARNE KANT – AFRY e discussione con i rappresentati delle cartiere

Verso la neutralità climatica – un piano per l’industria cartaria italiana

 

AFRY ARNE KANT

⇒ 14:50  |  PAOLO DELLA NEGRA – VALMET

Una cartiera completamente elettrificata è un’utopia? Sicuramente no!

Il mondo dell’industria si sta muovendo in genere verso l’efficientamento energetico e la ricerca dei migliori vettori energetici che consentano la decarbonizzazione in base ai mercati locali dell’energia, L’industria cartaria – notoriamente energivora – si sta progressivamente concentrando su questi aspetti. I riscaldatori elettrici possono essere utilizzati per migliorare il processo produttivo e garantire un accurato controllo di temperatura, affidabilità e possibilità di raggiungere velocemente le condizioni operative desiderate. L’efficienza energetica e l’elettrificazione della cartiera possono essere maggiormente rafforzate attraverso l’integrazione di una Pompa di Calore ad Alta Temperatura: il calore che viene recuperato dall’aria uscente dalla cappa permette un aumento dell’efficienza di processo ed al contempo la riduzione o l’eliminazione delle emissioni che provengono dalle caldaie alimentate a combustibili fossili. Un’indagine accurata su costi e disponibilità di vettori energetici alternativi, unita alla disponibilità di tecnologie affidabili per l’utilizzo degli stessi, fornirà lo strumento per un migliore orientamento tra le soluzioni maggiormente innovative e sostenibili incluse nell’offerta Valmet.

VALMET-PAOLO-DELLA-NEGRA

⇒ 15:10  |  CHIARA SPINELLI E GIUSEPPE BONFORTE  – RENOVIT

Esternalizzazione CHP: fattibilità tecnica e vantaggi economici alla luce del nuovo ETS2

La collaborazione tra Energy Service Company (ESCo) e industrie rappresenta uno strumento fondamentale per favorire investimenti mirati in tecnologie efficienti e una gestione ottimale dell’energia, con un potenziale significativo per ridurre le emissioni di CO2. In particolare, lo scorporo delle attività energetiche delle centrali di cogenerazione con potenza termica inferiore ai 20 MW dalle attività produttive rappresenta uno dei modelli principali per migliorare l’efficienza energetica e ridurre le emissioni in ambito industriale garantendo allo stesso tempo dei risultati economici importanti. Tuttavia, la recente introduzione del meccanismo dell’ETS II sembra minare l’economicità dello schema di esternalizzazione rendendo “soggetti obbligati” anche le piccole industrie energetiche non in ETS. L’analisi svolta ha l’obiettivo di esaminare il futuro quadro regolamentare e analizzare l’impatto del nuovo meccanismo sulle esternalizzazioni delle centrali di cogenerazione.

RENOVIT-CHIARA-SPINELLI
RENOVIT-GIUSEPPE-BONFORTE-OK

⇒ 15:30  | ERIKA SBOARINA – ANDRITZ

Rivoluzionare l’efficienza: la ristrutturazione del sistema di cleaning e screening di testa macchina offre grandi vantaggi ambientali ed economici

L’industria cartaria deve affrontare sfide quali il calo della domanda, la fluttuazione dei costi energetici e le severe normative ambientali. Una cartiera in Finlandia, in collaborazione con ANDRITZ, ha intrapreso un’importante ristrutturazione del sistema in uno dei suoi stabilimenti per affrontare questi problemi. Sulla base del successo di un progetto precedente, il cliente ha scelto di ristrutturare il sistema di approccio della PM2, ottenendo notevoli vantaggi finanziari e ambientali. ANDRITZ ha condotto un processo di ristrutturazione completo, concentrandosi sugli aggiornamenti delle apparecchiature, come la sostituzione di pulitori e pompe obsoleti con alternative moderne ed efficienti dal punto di vista energetico. Utilizzando una modellazione 3D avanzata, ANDRITZ ha riprogettato il sistema di cleaning e screening di testa macchina, ottimizzando il consumo energetico e riducendo al minimo la perdita di fibre e l’utilizzo di acqua. I risultati della ristrutturazione sono eccezionali, con una riduzione del 54% del consumo energetico, equivalente a un risparmio annuale di 4.536 MW. Inoltre, la perdita di fibre è diminuita in modo significativo, portando a un sostanziale risparmio finanziario per il cliente. In particolare, la riduzione del consumo energetico ha comportato una drastica diminuzione delle emissioni di CO2, come confermato da una tesi magistrale dell’Università di Aalto. Lo studio stima una riduzione annuale delle emissioni di CO2 di 2.891 tonnellate, evidenziando i benefici ambientali del progetto. Non si tratta solo di una storia di guadagni finanziari, ma di una testimonianza di gestione ambientale. La ristrutturazione della PM2 funge da faro, illuminando il percorso verso un futuro sostenibile per l’industria cartaria. Sottolinea il profondo impatto che gli aggiornamenti innovativi possono avere, non solo sui profitti, ma anche sulla salute del nostro pianeta.

ANDRITZ-ERIKA-SBOARINA

⇒ 15:50  | PAOLO MASIERO – SOLAR TURBINES

Digital Twins: il contributo dell’AI per un futuro energetico più efficiente, flessibile e sostenibile

I Digital Twins sono repliche virtuali di macchinari o sistemi reali e rappresentano una vera e propria rivoluzione per l’industria cartaria e per la gestione della Smart Grid Digitale. I modelli Digital Twins sviluppati da Solar Turbines specificamente per le applicazioni cogenerative dei propri Clienti, permettono non solo un’affidabilità senza precedenti ma anche nuove opportunità per il supporto dei servizi ancillari di rete ed un salto di qualità in termini di prestazioni permettendo la gestione di diverse tipologie di combustibile simultaneamente. In questo contesto la turbogas della CHP si trasforma da semplice generatore di energia a vero e proprio elemento attivo della rete elettrica intelligente, la Smart Grid, mantenendo costantemente monitorato il proprio “stato di salute” e suggerendo le migliori opportunità operative in funzione dei differenti assetti produttivi. Di fatto un ulteriore passo avanti verso un futuro industriale più efficiente, sostenibile e resiliente.

SOLAR TURBINES-MASIERO

⇒ 16:10  |  FRANCESCO DEL MEDICO – GLAYX

Piattaforma Pshave®: L’ottimizzazione degli asset energetici in real-time

Pshave è una piattaforma di Energy intelligence che offre una gestione attiva e in tempo reale degli asset energetici di stabilimento, migliorando la redditività, riducendo i consumi energetici e le emissioni di CO2. Può applicarsi a sistemi multi-generativi, con scelta della modalità operativa in funzione dei vincoli e delle condizioni al contorno: motori di cogenerazione, turbine a gas e a vapore, caldaie, pompe di calore, storage termici e batterie. Grazie alla creazione del “gemello digitale” e all’uso di modelli di machine learning è in grado di scoprire aree di inefficienza nei processi non osservabili se non mediante una analisi accurata dei dati, non possibile in ambito produttivo. È installato con successo nel settore cartario e si possono condividere casi reali di applicazione dello strumento all’efficientamento di generatori di vapore a recupero, combinati con turbogas e/o ciclo combinato a vapore.

GLAYX-FRANCESCO-DEL-MEDICO

⇒ 16:30  |  CHIUSURA DEL CONVEGNO

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.